Sicurezza Scuole: informazione, trasparenza, celerità

Interveniamo alla luce di quanto emerso dall’incontro fra il Comitato Scuole Sicure di Spoleto e l’Amministrazione Comunale, in particolare dal resoconto redatto dallo stesso Comitato al solo scopo di contribuire ad una maggiore chiarezza e ad una corretta informazione.

Lungi da noi il voler alimentare allarmismi, ma riteniamo evasive le risposte del Sindaco relative alla sicurezza degli edifici.
In particolar modo, se da un lato l’indice di vulnerabilità statica consente una programmazione degli interventi, dall’altro, ed è ciò che interessa a genitori ed insegnanti, ci informa della pericolosità dell’edificio a livello statistico.

Un edificio sicuro “dal punto di vista normativo” non lo è altrettanto a fronte di eventi sismici statisticamente possibili; questo è l’aspetto più significativo e che riteniamo debba essere trasmesso alla cittadinanza. Cosa significa, poi, che “non esistono pericoli imminenti”? Esiste un metodo per prevedere un prossimo evento sismico? Indici di vulnerabilità bassi “nella media delle scuole italiane e umbre” è motivo di consolazione?
Siamo dell’avviso che alla preoccupazione dei genitori si debbano proporre soluzioni certe con scadenze chiare e soprattutto informazioni corrette e trasparenti. La riqualificazione e la messa in sicurezza delle nostre scuole deve essere una priorità assoluta che non permette, ad esempio, errori di interpretazione dei bandi di finanziamento; non è ammissibile nessun ritardo, nessuna negligenza.

A tale proposito vorremmo sapere quanto prima la data del Consiglio Comunale aperto (se ci sarà), ed inoltre chiediamo che sia al più presto pubblicato sul sito del Comune il piano triennale di interventi sulle scuole e relativo cronoprogramma.

In questa fase sono solo tre le parole chiave da adottare: informazione, trasparenza e celerità. Fra un evento sismico e l’altro non possiamo più permetterci di perdere tempo.

MeetUp Spoleto 5 Stelle

Lascia un commento

  Segui la discussione  
Notificami