BUONE VACANZE! Ma ricordate che…

Agosto, tempo di vacanze – per chi ancora può permettersele – Spoleto 5 stelle quindi, augura buone vacanze a tutti i cittadini spoletini, ricordandovi che nella nostra città stanno costruendo – praticamente ultimando – un inceneritore di pollina (cacca di gallina) sopra San Martino in Trignano e un impianto a biomasse a Madonna di Lugo (che brucia olii vegetali). Magari quando tornerete dalle vacanze, l’aria sarà… diversa.
A proposito dell’impianto a biomasse di Madonna di Lugo, ricordate la famosa – abbiamo detto famosa, non fumosa, sia chiaro – commissione  che propose il sindaco Benedetti al 90° minuto della riunione con i cittadini a San Giacomo? Ebbene, la commissione, il cui lavoro sarebbe dovuto durare – parole del sindaco – quarantacinque giorni, con lo scopo di “fornire ai rappresentanti dei cittadini delucidazioni ulteriori rispetto ai chiarimenti già forniti”, si è riunita una sola volta, senza dare alcuna rassicurazione ai cittadini, ma anzi evidenziando semplificazioni negli iter autorizzativi: http://rifiutizerospoleto.blogspot.com/. Che fine ha fatto questa Commissione? Le ultime notizie risalgono al 27 di Giugno, poi più nulla.

Spoleto 5 stelle augura inoltre buone vacanze al non più dimissionario sindaco Benedetti il quale, sempre a San Giacomo, aveva promesso che a Spoleto non si sarebbero più costruiti mega impianti energetici senza avvertire la cittadinanza. Allora come mai nessuno ha saputo nulla, se non a giochi fatti – come al solito, viene da dire -, del mega impianto fotovoltaico (oltre 60000 mq) costruito sopra San Martino in Trignano, per la precisione a Capezzano? Un vero e proprio ecomostro. Per dirla alla spoletina: non se po guarda’. Da lontano sembra sia spuntato un enorme buco in mezzo alle colline dell’Alta Marroggia.

Ora, non fate l’errore di dire: ma voi non eravate a favore delle energie rinnovabili? Del fotovoltaico? Sì, ma su scala minore, siamo a favore di un impianto che serva per l’autosufficenza domestica e che non sia a scopo di lucro. Eh sì, perché un mega impianto come quello di Capezzano è chiaro che non serve a soddisfare il fabbisogno energetico di una casa e, oltre a ricevere finanziamenti pubblici per la sua costruzione, fa guadagnare un sacco di soldi al proprietario dalla vendita dell’energia prodotta. Tutto questo però a scapito di una collina, del paesaggio e delle tasche dei cittadini. E se domani iniziassero tutti a mettere sfilze di pannelli nei loro campi, visto il doppio guadagno – finanziamento per la costruzione + guadagno per la vendita dell’energia – che se ne ricaverebbe?  Un tetto di una casa, di una fabbrica riconvertito a fotovoltaico va bene, una collina no. Un mega impianto fotovoltaico ha senso se appartiene ad una amministrazione pubblica che utilizza l’energia prodotta per pubblica utilità (per la mobilità pubblica esempio); non si può delegare ad un privato di distruggere migliaia di metri quadrati di campagna, tanto più se si tratta di una cava dismessa che doveva essere riconvertita con delle piante; tanto più che è finanziata anche con soldi nostri; tanto più che poi dobbiamo pure pagare per quella energia, perché viene, una volta prodotta, messa in rete.

Quindi, oltre ad augurare buone vacanze al sindaco, gli chiediamo anche di realizzare al più presto un piano energetico locale che stabilisca di quanta energia ha bisogno Spoleto (e quanta se ne possa risparmiare con semplici quanto banali accortezze). Non solo, gli chiediamo di tener fede ad uno dei suoi punti del programma elettorale, quello della partecipazione. Punto, finora spesso disatteso.
Buone vacanze, non dimenticate e tornate…NERI!

0 0 votes
Article Rating
Segui la discussione
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments