Resoconto Consiglio Comunale 6 Maggio 2015

Cronaca/resoconto del Consiglio Comunale del giorno 6 Maggio 2015 direttamente dai banchi del MoVimento 5 Stelle Spoleto; credendo e sperando di fare per quanto possibile un servizio di informazione ai cittadini. Si chiede scusa sin d’ora per eventuali errori e/o refusi.

Rendiconto di gestione anno 2014 e relativi allegati: esame ed approvazione.

Ore 9,25, appello: 18 presenti, numero legale, oggi serve maggioranza assoluta.

Panfili: comunicazione di servizio. Martellini, Erbaioli, Dominici sono assenti giustificati. Volevo informare che per quanto riguarda il controllo della corte dei conti sulle spese elettorali delle liste delle ultime amministrative di Spoleto: tutti in regola. Passiamo al punto dell’ordine del giorno. Relatori  Stefano Proietti e Claudio Gori.

Lisci: obiezione procedurale, mancano i revisori dei conti, chiedo la sospensione.

Panfili: i revisori dei conti arrivano alle 9,30 avevano dato disponibilità, saranno a minuti.

Lisci: le regole valgono sempre come quando voi eravate all’opposizione.

Panfili: io avrei sospeso tranquillamente, chi è assente se ne assume la responsabilità.

Proietti: faccio un riepilogo: i revisori sono stati invitati ad intervenire nell’ambito della commissione. Oggi andiamo ad approvare questo bilancio consuntivo, il disavanzo è pari a 1’812’591,69 si ricorda al consiglio che le risultanze dell’accertamento straordinario sono oggetto di approvazione della giunta. In questa seduta l’obbiettivo è l’approvazione del bilancio consuntivo. Non posso esimermi di spendere parole sul documento che ci è stato fornito dai revisori dei conti. Nella relazione emerge l’utilizzo del condizionale. Appena presente la dott. Pompili chiederò come mai sia stato usta il condizionale e non sarò solo io a fare questa domanda. Passo la parola al dott. Gori.

Gori: Il miglioramento lo abbiamo nella razionalizzazione delle spese, spese in servizi ridotte notevolmente. Riduzione dei trasferimenti regionali. Ricordo che nell’ambito del processo previsionale, se io prevedo 100 e incasso 20 posso solo spendere 20 per equilibrio del bilancio. Veniamo alla gestione di cassa: la gestione di cassa presenta un notevole miglioramento rispetto al 2013 e pari a  5’787’409,50. All’inizio dell’esercizio avevamo un fondo cassa di 859’712,80 mentre ammonta a 6’647’122,30 il fondo cassa finale. Miglioramento riconducibile ad obblighi provenienti dalla corte dei conti. La situazione che ho trovato impone di operare una analisi e programmazione dei pagamenti ma soprattutto è assolutamente importante fare una programmazione degli incassi. La situazione di cassa comporta un risultato positivo; l’obiettivo è andare a riscuotere tutte le entrate  sia di competenza che in conto residui. Poi pagare tutti gli impegni che abbiamo presi nei confronti della collettività. Meglio che il fondo cassa sia positivo ma meglio che ci sia una pianificazione dei pagamenti. Abbiamo avuto nella parte finale dell’anno gran parte delle entrate. Un altro ambito importante è ricorrere ad un indebitamento dalla cassa depositi e prestiti (azione decisa dall’amministrazione comunale) per far fronte all’indebitamento e ridurre i debiti nei confronti dei debitori, in particolare nei confronti della partecipata VUS. Nell’ultimo aspetto che riguarda il bilancio, gestione dei residui. Riaccertamento ordinario, questo riaccertamnento ha dato luogo ad un risultato positivo pari a 402’989,43.

Capitani: prima della relazione chiedo se è opportuno fare delle domande all’assessore. Io come Cretoni chiedo cosa vuol dire che la delibera di giunta venga tempestivamente trasmessa al consiglio così come citato testualmente nel  Dlg.26/2014.

Panfili: vi informo che i revisori sono in arrivo.

Gori: il collegio dei revisori ha espresso un parere anche sul bilancio straordinario.

Panfili: parola al collegio dei revisori dei conti poi inizieremo con le domande poi la discussione.

Dott. Pompili (rev dei conti): abbiamo proceduto ad una analisi della documentazione ricevuta che ha prodotto delle tabelle riepilogative. Abbiamo proceduto alla verifica della cassa, il risultato della gestione di competenza ha portato ad un risultato positivo, invece per quanto riguarda il risultato di amministrazione ha portato ad un disavanzo ridotto a 1’812’591,69. Abbiamo fatto delle tabelle che mettono a confronto i dati di previsione con il rendiconto. Il patto di stabilità è stato rispettato, per quanto riguarda il questionario della corte dei conti non è stato ancora inviato, poi abbiamo fatto una analisi delle principali voci di entrata, IMU, TASI e TARI, abbiamo appurato le somme riscosse. Abbiamo verificato i trasferimenti allo stato ed ad altri enti. Spese correnti seguono il tend decrescente che devono seguire. Abbiamo rispettato le percentuali di indebitamento e i rapporti con le partecipate che devono contribuire a fornire i dati del rapporto economico. Che mandassero delle certificazioni fatte dai loro revisori cosa che nella maggior parte dei casi non hanno fatto. Fatte tutte le verifiche a questo punto passerei ai suggerimenti e raccomandazioni. Razionalizzazione delle spese, migliorare le procedure contabili, miglior controllo sulle partecipate, porre attenzione sulle risorse umane, monitorare. Il collegio si è espresso con parere favorevole a maggioranza. Il comune ha perseguito una attività svolta al miglioramento delle condizioni pregresse passando da un disavanzo di 9 mil a un disavanzo di 1,8 mil senza la vendita del patrimonio. Apprezziamo questo percorso migliorativo, ma ancora sono presenti delle deficienze sulla documentazione che, personalmente, portano ad una difficoltà di interpretazione. Con il tempo si otterrà uno status per cui il collegio sia messo nelle condizioni ottimali per esprimere pareri. Ho riscontrato errori sugli incassi, istruire meglio gli addetti ai lavori.

Panfili: inizia la fase delle domande, tempi di interventi raddoppiati per questo ordine del giorno.

Capitani: domande a dirigente Gori, la prima: rispetto ai 17 mil quanti sono quelli esclusivamente legati ai mutui.La seconda: il decr 267/2000 stabilisce che possono essere conservati solo i residui che hanno obbligazione giuridicamente perfezionata; qual’è il potenziale discriminante per cui una norma dice una cosa e una norma l’altra?

Zualdi: precisazioni sulle percentuali.

Zampa: fondo di cassa 6’647’122,30 alla fine del 2014 come mai è così alto e come mai una cifra così alta è rimasta in cassa in tempi come questi.

Proietti: domande a Pompili: la dott. Pompili scarica il suo dissenso sulla struttura fornita poi usa il condizionale.

Frascarelli: Alla dott. Pompili: vorrei chiedere i motivi contabili validi per la sua valutazione negativa.

Speranza: ringrazio la struttura per il lavoro svolto. Vorrei assicurazioni; noi partivamo da un disavanzo di 9 mil. per il corso dell’anno 2012 confermate? Per arrivare ad un disavanzo di 1,8 mil confermate? Sono stati raggiunti tutti gli obiettivi contabili imposti dalla normativa vigente? Vorrei la conferma sul miglioramento rispetto agli atti forniti. Chiedo conferma sul parere negativo della dott. Pompili sulla fornitura puntuale di tutta la documentazione.

Rossi: deve essere rivalutato il lavoro della struttura precedente; disavanzo passato da 9 mil a 1,8 mil il mio è un intervento politico, vorrei risposta politica.

Gori: risposta a Capitani: il lavoro che è stato svolto è un lavoro puntuale in relazioni alle indicazioni fornite dal ministero delle finanze. A Zualdi: osservazioni giuste le sue;  lo stato continua a tagliare trasferimenti, a fronte di queste somme che l’ente riteneva di contabilizzare in entrata, si fanno delle previsioni su dei fondi poi interviene il parlamento che taglia questi fondi. Questo è un grido di allarme generale. Le somme del titolo terzo la percentuale è molto bassa, è un dato che troviamo in consuntivo ma di cui dobbiamo esigere immediatamente la riscossione. Riscossione delle multe, delle mense ecc. quello che occorre fare è andare a potenziare la capacità di riscossione immediata titolo 1 e 3; recuperare le somme che tutti gli anni non sonostate riscosse. A Zampa: gran parte delle somme che abbiamo a disposizione sono saldo imu e tasi; se andiamo ad analizzare gli incassi degli ultimi 5 anni trovate la stessa dimnamica.

Sono le ore 10,46 Dott. Pompili per le risposte. Le quadrature creano problemi, le cifre devono concordare, quello che viene firmato non coincide con ciò che è scritto in contabilità. Visto che tutti i numeri portano al rispetto degli obiettivi non dovrebbero esserci problemi ma non è così, il passato insegna. Oggi vado con i piedi di piombo. Ho chiesto determine firmate dai dirigenti con documenti di rispondenza con la contabilità, io prendo in considerazuione atti firmati; io ho il dovere solo di controllare. Io ho a disposizione un file firmato digitalmente ma manca la determina. La contabilità non ha evidenziato  gli elenchi distinti dei residui attivi e passivi. Abbiamo visto tutto l’impegno ma io voglio tutti gli atti a disposizione.Io pretendo le firme dei dirigenti sui totali. Il collegio ha dato parere favorevole, io ho dissentito personalmente.

Assessore Pula: dott. Pompili è stata revisore del comune da molti anni anche negli anni in cui è stato scoperto un disavanzo di 9 mil. con dati esposti nei bilanci non veritieri. Nel 2014 i revisori dei conti hanno espresso un parere favorevole e la dott. Pompil negativi. Il comune ha chiesto il supporto di una società esterna tramite bando di gara. Tenuto conto della mole delle attività, e tempi stretti, il lavoro deve essere apprezzato perchè a norma e con criteri diversi da quelli applicati in passato. Io ritengo che il collegio dei revisori deve essere organo indipendente, quello che è evidente è che la dott Pompili ha fornito parere favorevole fino al 2012 quando c’erano problemi ora che tutto è a norma la dott, Pompili fornisce parere negativo. L’indipendenza ce la vedo poco. Questi sono i fatti.

Pompili: io vengo da una esperienza del 2012 in cui tutti gli indicatori erano positivi ma è venuto fuori che c’erano degli errori che hanno portato ad un disavanzo di 9 mil. Come è andato il riaccertamento il disavanzo era di 9,7 e grazie al mio impegno si fece in venti giorni di nuovo al controllo e si arrivò a 9,1 e questo non è da poco. Nel tempo sono stati cambiati i criteri di portare a bilancio alcune voci, come l’ici. Criteri diversi portano a risultati non paragonabili. I 9 mil non sono paragonabili agli attuali 1,8 mil.

Panfili: si apre la discussione.

Lisci: c’è una scuola di pensiero per cui i numeri vanno intepretati e adesso sembra che questo pensiero è superato. Quando adesso ci si scandalizza sul parere negativo di un revisore dei conti, ma la dott. Pompili è stata sempre coerente.Gli errori sono stati fatti in passato come oggi. Il dott. Gori afferma che qualcosa di buono oggi è stato fatto quindi sono contento che non abbiamo un commissario.

Massarini: perplessità sul parere della dott. Pompili, un revisore non può usare il condizionale nella sua relazione contabile.  Atteggiamento capzioso da parte del revisore che tende a mettersi al riparo dal ruolo avuto nel 2012.

Interruzione dello streemeng si ricomincia alle 11,39

Capitani: la dott. Pompili non utilizza il condizionale ma parla in maniera chiara. Rispetto al 2013-2014 dovete dire che chi vi ha proceduto vi ha messo nella condizione migliore per la gestione contabile. Noi dobbiamo votare un bilancio e che ci sia un risultato tale per cui ci sia la possibilità di spalmare in trenta anni i debiti che abbiamo posto in essere.

Frascarelli:  Dott. Pompili ci sono condizioni contabili per motivare il suo parere negativo? La dott. non mi ha risposto quindi ne deduco che non ci sono errori contabili. Non accetto che lei dica che visto che nel 2012 bilancio non veritiero allora da parere negativo oggi.Volevo ricordare a Capitani che la cifra che esce fuori, questo residuo, la colpa è delle vecchie amministrazioni che lui rappresenta.

Zampa: mantenere questo tono sui revisori appare assurdo. Andando al bilancio torno a ribadire il concetto che il bilancio è sano; il riaccertamneto fatto nel 2013 era adeguato e ha portato i suoi frutti visto che siamo scesi a 1,8 mil di residuo. La cautela è stata usata in modo evidente. Perchè la nostra città è stata denigrata a livello regionale, vorrei capire questo atteggiamento che ci è stato e che ci è costato carissimo, con tre anni di blocco di attività. Alla luce di un bilancio sano che oggi si evidenzia perchè tutto questo? Il problema c’era ma è stato risolto in modo adeguato. Le urla fatte in consiglio dalla passata opposizione erano eccessive. I soldi attualmente in cassa dovevano essere spesi verso tutti i creditori che sono in sofferenza, la nostra città è attualmente bloccata.

Bassetti: Due considerazioni. Una tecnica. Come messo per iscritto dai revisori la documentazione è giunta in ritardo. La relazione dei revisori è giunta la sera prima del consiglio. Quasi sembra che non vogliate che i consigliere formulino parere, come si fa in una notte? Reiterate prassi che contestavate dai banchi dell’opposizione. Nota politica: bene non alienare patrimonio immobiliare, ma i servizi, le scuole, assistenza sociale non sono anche questo patrimonio di un comune? Cosa in cambio ai cittadini a fronte del pagamento delle tasse? Il sindaco deve prendere una posizione netta verso i tagli ai comuni che giungono dallo stato.

Panfili: al 90% le relazioni vengono date la mattina del consiglio; ieri mattina verso le nove e mezza le relazioni sono state consegnate.

Cretoni: il mio intendimento è concludere con una proposta. Non farò considerazioni sull’organo di revisione che rispecchia quella degli anni precedenti. L’approvazione del conto di bilancio atto di fondamentale importanza; questo consuntivo è figlio delle scelte politiche delle scorse ammnistazioni e di quella attuale. E’ il momento di rimboccarsi le maniche per risanare la città di Spoleto su un sistema clientelare. (Cretoni fa un resoconto di tutte le spese folli attuate dalla vecchia ammistrazione (ndr)) Oggi grazie alla nuova normativa con l’ausilio di un soggetto terzo abbiamo messo un punto fermo. Questo sui controlli vari di contabilità; produrre tutti i report per individuare gli sprechi, ore 12,17

Rossi: oggi inizia di fatto la legislatura di questa nuova amministrazione. La dott. Pompili sottolinea la diversità dei criteri; il nostro voto contrario è un voto politico; evidenzio che il dato politico vero sarà che il nostro bilancio è uno dei più virtuosi di tutta l’umbria. La contraddizione è stata l’evidenza delle vostre critiche.Vi siete rivolti alla procura e sarete costretti a riconoscere i vostri errori.Vi siete avvalsi dell’ass. Campagnani appartenente ad una lista che possiamo dire sicuramente responsabile dl disavanzo evidenziato nel 2012 e questa è una contraddizione.Oggi è un momento importante in cui voi sancite un bilancio corretto, per cui il nostro comune è messo meglio di molti altri.

Speranza ore 12,31: le mie considerazioni erano per sottolineare i dati da cui partire. L’anno 2013 è stato gestito da persone diverse rispetto agli anni precedenti. Al bilancio 2012 siamo arrivati attraverso amministrazioni che si sono susseguite. Il discorso sulla Campagnani, entrava in consiglio come PD per appartenere subito nel gruppo misto. Questa amministrazione stà dando un valore aggiunto dal punto di vista della trasparenza. Noi voteremo il bilancio che sicuramente è vero e serio.

Proietti: come presidente della commissione ho riscontrato una partecipazione cordiale.

Dott. Pompili: voglio rispondere al consigliere Massarini, lei ha controllato che nella cartella della partecipata (T.P.L.), ci sono due lettere mandate in comune, la prima con un importo indicato e l’altra no, nelle quali si chiede al comune di trasmettere le posizioni debitorie e creditorie della T.P.L. nei  confronti del Comune; la cosa non è stata risolta e non rimane chiara né a me né agli altri revisori.

Gori: Ottimo lavoro di tutta la struttura tecnica, i risultati sono stati verificati almeno quattro volte, tutta la struttura è stata sottoposta a dura prova. Tutte le quadrature sono state fatte, il perforso intrapreso è corretto.

Assessore Pula: Approccio completamente diverso di questa amministrazioni dalle passate, in particolar modo, a livello di pagamenti, la prassi era che si pagava senza rendersi conto della effettiva situazione di cassa. Il comune ha sempre pagato fino adesso, indebitandosi. Quello che si stà tentando di fare è invertire questa tendenza. Ogni struttura deve verificare le sue risorse e spendere di conseguenza. Se io mi preoccupo di pagare i miei debiti senza sforzarmi a cercare di recuperare i miei crediti crea nel tempo un ammontare di crediti difficilmente recuperabili.

Sindaco Fabrizio Cardarelli: Nostre contestazioni precedenti segnalavano residui che venivano riportati ma che in realtà erano già riscossi e spesi. La denuncia è seguita solo dopo numerosi avvertimenti. Il buco attuale impedisce di andare a fare i servizi ai cittadini. Paghiano i vostri contratti: esempio quella della VUS di oltre 7.000.000 di euro, Ase 10 milioni di IVA: saremo costretti a fare riorganizzazione. Risanamento è anche efficentamento delle società.

Opposizione PD chiede replica a Sindaco. Ma discussione è chiusa. PD chiede sospensione. Si sospende consiglio per 6 minuti.

Si riprende con decisione consiglieri PD di votare in maniera diversa per prendere la parola durante la dichiarazione di voto.

Bassetti: mantengo il mio voto in commissione: mi astengo.

Rossi: Dott.ssa Pompili ha evidenziato differenza nei principi di contabilità adottati. Questo è un aspetto tecnico. Sugli aspetti politici da parte vostra ci sono molte contraddizioni.

Lisci: Voglio avere la possibilità di rispondere al sindaco. Ass. Campagnani è frutto di accordo politico tra voi e Brunini. Il percorso di analisi del bilancio era cominciato già prima delle vostre segnalazioni. Mi astengo.

Capitani: alla luce del dibattito ho votato contrario. Ora esco dall’aula. Questo escamotage tecnico mi da possibilità di parlare. Avete fatto barricate su un bilancio falso. Ora votate un bilancio falso. VUS: se non va bene niente, allora uscite dalla VUS. Prendete decisioni e poi vi contraddite. Avete una visione carpe diem.

Cretoni (Alessandro): Più volte auspicato percorso partecipato. Non parteciperò al voto per coerenza. Richiedo da ora una relazione con cadenza semestrale e commissione per spese pubbliche.

Proietti: parere favorevole del gruppo rinnovamento.

Speranza:Insufficiente confrontare un anno contro i vostri 50. C’è stato un cambio e non c’è stato nessun accordo politico sotto banco. Il bilancio è tecnicamente corretto. Spoleto popolare voto favorevole.

La votazione è aperta alle ore 14.00 circa.

14 favorevoli

2 astensioni (Lisci, Bassetti)

2 contrari (Zampa, Rossi)

Capitani e Alessandro Cretoni non partecipano al voto.

Si vota immediata esecuzione dell’atto

14 favorevoli

1 astensione (Bassetti)

4 contrari (Capitani, Zampa, Rossi, Lisci)

 

0 0 votes
Article Rating
Segui la discussione
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments